Con la ricetta delle uova al tè entriamo nel cuore della tradizione culinaria cinese. E’ una preparazione semplice ma immancabile e caratteristica. Nelle botteghe e dai venditori di baoz e ravioli, accanto alle grandi vaporiere di bambù, troverete sempre un grande canestro pieno di uova al tè. E non è raro vedere qualcuno che cammina portando un sacchetto trasparente pieno di uova dal guscio scurito.

Tè nero, salsa di soia e un sapiente mix di spezie: questa la base della marinatura, in cui le uova possono restare ad insaporire fino a quattro giorni, facendo filtrare gli aromi tra le crepe del guscio. Il risultato sarà un albume aromatizzato e dall’aspetto marmorizzato e un tuorlo morbido, quasi cremoso, esattamente come quelle che potreste acquistare qui, in una qualsiasi via di Shanghai, soprattutto al mattino. Sono infatti consumati molto spesso a colazione.

A me piacciono parecchio, ma non sono sapori per tutti: se non amate le spezie o la salsa di soia non è un piatto che fa per voi. Ma se invece vi piace sperimentare unite un po’ di riso bianco a chicco corto, semplicemente lesso, una tazza di buon tè verde e avrete una bella colazione cinese! O uniteli tagliati in due alla vostra zuppa di noodles preferita, regalano una marcia in più!

Uova al tè cinesi

Ricetta tratta da QUI

Ingredienti:

Portare le uova a temperatura ambiente lasciandole un paio d’ore fuori dal frigorifero. Intanto preparate la salsa aggiungendo tutti gli altri ingredienti in una pentola. Portate a bollore, abbassate il fuoco, coprite e lasciate sobbollire per 10 minuti. Spegnere il fuoco, togliere il coperchio e far raffreddare completamente.

Portare a bollore un’altra pentola di acqua per le uova. Quando bolle immergetevi le uova, delicatamente, facendo attenzione a non creparne il guscio. Fate bollire le uova per 7 minuti esatti. A questo punto toglietele velocemente dall’acqua bollente (io ho usato una schiumarola) e trasferitele in una ciotola piena di acqua e ghiaccio per fermare la cottura. Lasciatele a bagno finchè non saranno completamente raffreddate.

Ora, colpendole delicatamente con il dorso di un cucchiaio, crepate i gusci delle uova, in modo che la salsa possa penetrare ad insaporirle. Fate attenzione in questo passaggio: i tuorli sono morbidi, cercate di non rompere troppo i gusci. Immergete le uova nella salsa preparata e mettete il tutto in frigo per almeno 24. Potete lasciarle anche più a lungo, fino a 4 giorni, per ottenere un sapore più intenso.

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.