Non preparo molti lievitati, a parte il solito pane. Devo essere proprio in vena, me lo devo sentire. Come quando ho deciso di fare questa morbidissima brioche. Guardavo quei due albumi avanzati e pensavo a torte e biscotti… poi, dal nulla, la voglia di una brioche. Da mangiare tiepida a colazione spalmata con confettura. Sì, e brioche sia.

L’impasto con soli albumi è un piacere da sentire tra le dita impastandolo e poi da gustare ovviamente! Il risultato è una brioche leggera, morbida e soffice, che si mantiene tale per un paio di giorni se ben chiusa in un sacchetto o avvolta da pellicola. Anche se il meglio di sè lo regala appena intiepidita in forno… Io per comodità ho dato forma a sei palline da disporre in una teglia e avere l’effetto fiore, ma potete tranquillamente fare delle briochine singole della forma che preferite. E al posto di spennellarle potete solo spolverarle di zucchero a velo. E poi chiudete gli occhi e affondate i denti…

Brioche con soli albumi

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

  • 50 g di zucchero
  • 250 g di farina 00
  • 50 ml di latte intero
  • 50 g di burro morbido
  • 2 albumi (circa 75 g)
  • 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 4 g di lievito di birra disidratato
  • un pizzico di sale
  • un tuorlo con un po’ di latte per spennellare

In una ciotola lavorare gli albumi con il latte tiepido, usando una frusta a mano. Unire il lievito e scioglierlo bene, poi aggiungere anche lo zucchero e l’estratto di vaniglia. Unire la farina setacciata e il pizzico di sale e iniziare ad impastare il tutto. Aggiungere il burro morbido un pezzettino alla volta, facendolo assorbire bene prima di mettere il successivo. Impastare energeticamente finchè l’impasto sarà liscio, soffice e lucido. Metterlo a riposare nella ciotola leggermente infarinata, coprire con pellicola o un panno umido e far lievitare in un posto riparato. L’impasto deve più che raddoppiare e il tempo che ci impiegherà dipende molto dalla temperatura ambientale. Il mio ci ha messo circa 5 ore.

Una volta ben gonfio tirate fuori l’impasto dalla ciotola e dividetelo in sei parti uguali. Modellate ogni pezzo di impasto a pallina, portando in bordi verso il centro e pirlandolo sul tavolo. Disponete le palline nello stampo rivestito di carta da forno e fate lievitare nuovamente per circa 30-40 minuti. Scaldate nel frattempo il forno a 170°C. Quando la brioche sarà di nuovo ben gonfia e lievitata, spennellatela con il tuorlo mescolato ad un cucchiaio di latte, infornate e cuocete per circa 40 minuti o finchè ben dorata. Fate raffreddare prima di servire. Conservare ben chiusa in un sacchetto di plastica per alimenti al massimo per un paio di giorni. Si può congelare, scongelare a T ambiente e scaldarla nel forno prima di consumarla: sarà come appena fatta!

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.