Un’altra panna cotta, in versione estiva!
Viste tutte le varianti – anche salate – di questo dolce al cucchiaio presenti qui sul blog, avrete capito che mi piace parecchio. Uno dei motivi è proprio la versatilità, poi la trovo ogni volta deliziosa nella sua semplicità… ed è talmente facile e veloce!

Qui la dolcezza e la cremosità della base alla vaniglia contrastano piacevolmente con la freschezza della gelatina: le pesche gialle – regine in estate – rese frizzanti dal succo di lime e un tocco di zenzero…
Come dopo-cena per la bella stagione non saprei cos’altro chiedere!

Panna cotta con gelatina di pesche, zenzero e lime
Ingredienti per 4-5 porzioni:

per la panna cotta

  • 500 ml di panna fresca
  • 6 g di gelatina in fogli
  • 140 g di zucchero semolato
  • 1 bustina di vanillina

per la gelatina

  • 3 pesche medie
  • 4 g di gelatina in fogli
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • il succo di 1 lime
  • poco zenzero grattuggiato

per decorare

  • 1 piccola pesca
  • scorza di lime
  • foglioline di menta

Mettete a bagno la gelatina per la panna cotta in acqua fredda per 10 minuti.
Nel frattempo scaldate la panna con lo zucchero e la vanillina fino a sfiorare il bollore, spegnete il fuoco e scioglietevi dentro la gelatina strizzata, un foglio alla volta, mescolando bene.
Dividete nei contenitori scelti, fate intiepidire e fate riposare in frigo 4-6 ore. Preparate ora la gelatina di pesche.

Mettete la gelatina per le pesche a bagno in acqua fredda. Lavate e sbucciate la frutta, fatela a pezzi e mettetela nel bicchiere del frullatore. Unite un pezzetto di zenzero, lo zucchero e il succo di lime. Frullate il tutto col frullatore ad immersione finchè non avrete ottenuto una purea omogenea. Scaldatela e scioglietevi dentro la gelatina, mescolando accuratamente. Distribuitene qualche cucchiaio sopra la panna cotta e riponete di nuovo in frigo almeno per 3 ore.
Al momento di servire decorate a piacere con spicchi di pesca, foglioline di menta e scorza di lime.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.