Nella settimana in cui si festeggia San Giorgio (23 aprile) è tradizione a Milano, ma anche nel Comasco e nel Varesotto, sfornare questi biscotti lievitati. È il pan de mèj (pan di miglio) che anticamente veniva realizzato con farina di miglio ora sostituita con farina di mais. La particolarità di questi biscotti è che si utilizzano fiori di sambuco nell’impasto. Si dovrebbero trovare in erboristeria, ma in caso non li aveste potete sostituire con altro (io ad esempio ho usato vaniglia). 
Questi biscotti rustici sono croccanti e ruvidi fuori, poco umidi e morbidi all’interno. In genere si accompagnano con la panna fresca, ma anche con il caffè fanno la loro figura.
La ricetta originale (riadattata dal cucchiaio d’argento) è con lievito di birra, io ho usato il lievito madre dato che non avevo in casa il lievito di birra (lo compro sì e no una volta all’anno): ammetto che in questo caso il risultato cambia poco e, tra l’altro, la lievitazione con il lievito di birra è sicuramente più veloce!
Metterò entrambe le ricette, così chi non ha la pasta madre potrà comunque provare a farli!

Pan de mej

Ingredienti (per 10 biscotti da 50g)

  • 100g di farina di mais fioretto
  • 125g di farina 00
  • 50g di farina di mais bramata
  • 65g di burro fuso
  • 50g di zucchero
  • 30g di latte
  • 1 uovo
  • 50g di pasta madre (o 7g di lievito di birra fresco)
  • zucchero a velo
  • due cucchiaini di fiori di sambuco (io vaniglia)
  • un pizzico di sale
Spezzettare la pasta madre  presa al raddoppio (oppure sciogliere il lievito di birra) nel latte tiepido.
In una ciotola setacciare le farine e poi aggiungere il mix di latte e lievito e lo zucchero.
Aggiungere poi l’uovo, il burro fuso con i semi di una bacca di vaniglia poco alla volta e infine il pizzico di sale.

Formare una palla che risulterà piuttosto morbida, metterla in un contenitore unto con del burro fuso a riposare al caldo coperto con pellicola per 1h (nel caso della lievitazione con lievito di birra) oppure fino a quasi il raddoppio nel caso si scelga di usare la pasta madre (specifico che in questo caso le ore sono parecchie, sia perchè in ricetta ho usato poca pasta madre, sia perchè le farine di mais faticano a lievitare). Prelevare delle palline da circa 50g, schiacciarle leggermente e cospargerle con molto zucchero a velo e porle distanziate su una placca da forno. Infornare a 180° per circa 15 minuti. Sfornare quando sono ancora leggermente morbidi ai lati dato che poi raffreddandosi tendono ad indurirsi.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.